Città d’amore Night

Sàara. La osserva ognuno con le carezze dei propri polpastrelli e gli occhi dell’amore.

Città d’amore, Giulia Jo Zavaroni

Qui alcuni dei racconti della serata. Da leggere, per prepararsi alla prossima. E da vivere ancora, per ricordarsi com’è andata.

  • Lettera d’addio

    un racconto di Giulia Jo Zavaroni. Ci separava una notte, una sola, avrei potuto giurarlo.


  • Imperfetti sconosciuti

    una raccolta di Andrea Seminario. 1 Ho mezz’ora da aspettare e non so che fare vorrei prendere sparire ritrovarmi al mare luna piena e mozziconi che mi fanno luce più di cento lampioni o forse no ma resto al buio sottoterra e non resisto ma io non esisto


  • Fiori gialli

    un racconto di Luca Pedone. Lo studio era colmo di un intenso profumo di rose, e quando la leggera brezza estiva agitava gli alberi del giardino dalla porta aperta giungeva l’effluvio greve dei lillà o la fragranza più delicata dei cespugli rosa dell’eglantina e tutte quelle robe lì.


  • Bergamo capitale europea

    un racconto di Luca Pedone. ciao. ciao. cosa ci fai seduto qui? è sporco e ci sono le barche ormeggiate.


  • senza nome nero

    un racconto di Sibilla. Ormai è tardi. Curioso iniziare rimarcando il fatto che sia così tardi, che non ci sia più tempo.


  • Falene 2 – chimera

    un racconto di Sibilla. (Una chimera è una chimera) A volte bisogna semplicemente abbandonarsi. 


  • Città d’amore

    Sàara. La osserva ognuno con le carezze dei propri polpastrelli e gli occhi dell’amore.


  • Colazione in America

    un racconto di Giulio Frangioni.  «Sei sveglia… che ore sono?»